Aggiornamenti sul Coronavirus (COVID-19)

Iscriviti per scoprire le migliori crociere in offerta!

Ultimo aggiornamento: 13 marzo 2020, 6:00 pm EST

Lettera di Harry Sommer, Presidente e AD di Norwegian Cruise Line

Per noi di Norwegian Cruise Line, i nostri ospiti vengono prima di tutto, anche oggi.

Data l'attuale situazione sanitaria, vorrei condividere un importante aggiornamento sulla risposta di Norwegian Cruise Line al COVID-19. A causa del virus che sta colpendo le comunità di tutto il mondo, abbiamo deciso in collaborazione con le autorità federali di sospendere volontariamente le crociere della nostra flotta, con effetto immediato. Tale azione è in vigore per i viaggi con date di imbarco dal 13 marzo all'11 aprile 2020. Prevediamo di tornare a essere operativi con gli imbarchi dal 12 aprile 2020.

Come ho ripetuto molte volte prima d'ora, la salute, la sicurezza e il benessere dei nostri ospiti e del nostro equipaggio sono la nostra massima priorità. Anche se non abbiamo avuto nessun caso confermato a bordo della nostra flotta di 17 navi e stiamo adottando questo provvedimento per maggiore precauzione, abbiamo sentito la necessità di fare la nostra parte. Lavorando a stretto contatto e in collaborazione con le agenzie locali, statali, federali e mondiali, ci siamo impegnati ad adottare tutte le azioni e i passi necessari a combattere la diffusione del COVID-19.

I viaggi in corso termineranno, gli ospiti saranno fatti sbarcare il prima possibile e riceveranno assistenza sulle disposizioni di viaggio. Gli altri ospiti e i partner di viaggio coinvolti saranno contattati a breve per informazioni specifiche. Tuttavia, nel frattempo offriremo agli ospiti credito per crociere future e opzioni di rimborso. Nota:

  • Agli ospiti che hanno prenotato viaggi con date di imbarco dal 13 marzo al 17 marzo 2020, chiediamo di contattare il loro agente di viaggio oppure di contattarci per ulteriori informazioni.
    Gli ospiti riceveranno un rimborso del 150% della quota pagata sotto forma di credito per una crociera futura che potrà essere utilizzato per qualsiasi crociera fino al 31 dicembre 2022.
  • Agli ospiti che hanno prenotato viaggi con date di imbarco dal 18 marzo all'11 aprile 2020, chiediamo di contattare il loro agente di viaggio oppure di contattarci per ulteriori informazioni.
    Gli ospiti riceveranno un rimborso del 125% della quota pagata sotto forma di credito per una crociera futura, che potrà essere utilizzato per qualsiasi crociera futura fino al 31 dicembre 2022.

Gli ospiti che non vogliono avvalersi del credito per una crociera futura riceveranno un rimborso del 100% della quota pagata, che verrà accreditato sul metodo di pagamento originale entro 90 giorni dalla compilazione del modulo di richiesta su questa pagina, che sarà disponibile a partire dal 23 marzo 2020. Chiediamo agli ospiti di attendere e contattarci per qualsiasi rimborso solo dopo il 23 marzo 2020, quando il nostro sistema di prenotazioni ci consentirà di accogliere le loro richieste.

Apprezziamo enormemente la vostra fedeltà e fiducia nel consentirci di darvi il benvenuto a bordo delle nostre straordinarie navi. La nostra missione continuerà a essere quella di offrire ai nostri ospiti le migliori esperienze di viaggio al mondo e saremo lieti di darvi molto presto il benvenuto a bordo.

Harry

--------

La tutela, la sicurezza e il benessere dei nostri ospiti e del nostro equipaggio sono la nostra prima priorità. A causa delle crescenti preoccupazioni riguardanti le infezioni da COVID-19, abbiamo pertanto implementato varie misure preventive (le più rigorose possibili). Continueremo a consultare l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie degli Stati Uniti (CDC) e ad adottare eventuali ulteriori azioni necessarie.

Ci scusiamo per l'inconveniente con gli ospiti colpiti da queste nuove misure, che sono state messe in atto per garantire la sicurezza e il benessere di tutti i nostri ospiti e del nostro equipaggio.

Misure preventiveper tutelare la tua sicurezza

Le politiche attualmente in vigore, soggette a cambiamenti, includono:

Agli ospiti che devono imbarcarsi verrà chiesto di completare e inviare un Questionario Pre-imbarco sulla Salute Pubblica che certifichi il loro stato di salute attuale e gli spostamenti effettuati di recente. Inoltre, tutti gli ospiti in procinto di imbarcarsi e i membri dell'equipaggio verranno sottoposti a un controllo della temperatura senza contatto.

L'imbarco verrà negato nei seguenti casi:

  • A prescindere dalla nazionalità, gli ospiti e i membri dell'equipaggio che nei 30 giorni precedenti all'imbarco abbiano viaggiato, visitato o transitato negli aeroporti di Cina, Hong Kong, Macao, Corea del Sud, Iran, o Italia. L'imbarco sarà negato anche ai compagni di viaggio di questi ospiti che condividano la stessa cabina.
  • Gli ospiti e i membri dell'equipaggio che negli ultimi 30 giorni siano entrati in contatto diretto con qualcuno che abbia viaggiato, visitato o transitato negli aeroporti di Cina, Hong Kong, Macao, Corea del Sud, Iran o Italia. Anche ai compagni di viaggio che condividano la stessa cabina sarà negato l'imbarco.
  • Qualsiasi ospite a cui venisse rilevata una temperatura pari o superiore a 100,4 gradi Fahrenheit / 38 gradi Celsius.
  • Tutte le persone che nei 30 giorni precedenti all'imbarco siano entrate in contatto, o abbiano assistito persone con sospetto e diagnosi
    di COVID-19, o che siano al momento monitorate per possibile esposizione al COVID-19.
  • Tutte le persone che mostrino o abbiano riportato sintomi sul questionario pre-imbarco sulla salute pubblica, si sentano poco bene, mostrino sintomi influenzali o difficoltà respiratorie.

Gli ospiti a cui verrà negato l'imbarco riceveranno un rimborso delle sole spese versate per la crociera sotto forma di un credito del 100% per una crociera futura.

Restrizioni di viaggio per I titolari di determinati passaporti

Alcuni Paesi hanno adottato restrizioni supplementari per l'ingresso in porto e lo sbarco dei passeggeri. Queste spesso includono il diniego dell'ingresso ai titolari di determinati passaporti oppure la richiesta di ulteriore documentazione medica o screening. Gli ospiti con determinati passaporti e che si trovino in viaggi colpiti da restrizioni portuali saranno avvisati prima della partenza.

Cosa aspettarsiDurante la tua crociera

Cosa aspettarsi in crociera

Misure precauzionali aggiuntive: durante il soggiorno a bordo, gli ospiti o i membri dell'equipaggio che mostrino sintomi
di difficoltà respiratorie, sintomi influenzali, tosse o febbre superiore a 100,4 gradi Fahrenheit / 00 gradi Celsius, saranno sottoposti
a ulteriore screening presso il nostro centro medico di bordo
e potrebbero essere sottoposti a quarantena o allo sbarco.

Insieme alle summenzionate politiche abbiamo implementato protocolli di pulizia e disinfezione aggiuntivi a bordo
di tutte le nostre navi.

Tali protocolli saranno severamente applicati in aggiunta ai nostri già rigorosi standard di disinfezione.

Le misure di cui sopra resteranno in vigore fino a nuovo avviso e sono soggette a modifiche in qualsiasi momento mentre valutiamo la situazione e continuiamo a consultare le autorità sanitarie locali, così come l'OMS e il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie.

In aggiunta ai summenzionati protocolli, abbiamo cancellato
o riassegnato un numero di crociere precedentemente operanti
in aree ad alto rischio. Continuiamo a mantenere la flessibilità
di modificare gli itinerari in base alle necessità di evitare tali aree
e continueremo a monitorare attentamente le aree nelle quali operiamo e intraprenderemo le azioni necessarie.

Norwegian'sPeace of Mind

Peace of Mind

Prenota tranquillamente con Norwegian Cruise Line. Per tutte le prenotazioni nuove o esistenti, gli ospiti hanno la possibilità di cancellare il viaggio fino a 48 ore prima della partenza e di ricevere un credito del 100% per crociere future, valido fino al 31 dicembre 2022.

Scopri di più

UlterioriRisorse

Le misure di cui sopra resteranno in vigore fino a nuovo avviso e sono soggette a modifiche in qualsiasi momento mentre valutiamo la situazione e continuiamo a consultare le autorità sanitarie locali, così come l'OMS e il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie.