Scritta da: TravellingMan · Data crociera: gennaio 2016

New York con Norwegian Breakaway

La crociera di 14 giorni da New York ai Caraibi è stata favolosa! Questa è stata la nostra prima volta sulla Breakaway, la nostra prima crociera di due settimane, e la nostra prima volta che abbiamo avuto in itinerario molte delle isole. Una bomba! La Breakaway adesso è la nostra nave NCL preferita. Amiamo The Waterfront, e vi abbiamo cenato quasi metà delle notti a bordo. Inoltre, è un posto ottimo dove passare il tempo, leggendo, guardando le onde del mare e, semplicemente, rilassandosi. Lo abbiamo preferito al rumore e alle folle dell'area piscina sul Ponte 15.

Dato che ci vogliono molti giorni per navigare da New York ai Caraibi, una crociera di due settimane ha molto più senso. Prima di tornare alla fredda realtà dell'inverno a New York, visiterai sette o otto isole calde e invitanti. I tre giorni in mare dell'andata e i tre del ritorno al porto sono stati rilassanti. Abbiamo optato per un upgrade della sistemazione, offrendoci accesso alla spa e a The Haven, ed è stata un'esperienza meravigliosamente lussuosa. Siamo stati abbastanza fortunati ad avere prenotato una crociera in cui c'erano ancora delle suite Haven disponibili pochi giorni prima di salpare, e abbiamo potuto fare l'upgrade all'ultimo minuto a un prezzo molto conveniente. Forse non faremo più la pazzia di un tale upgrade, ma per questo lungo viaggio ne valeva la pena. I nostri maggiordomo e concierge personali si sono presi cura di noi sotto ogni aspetto. Noi ci siamo solo dovuti rilassare e godere la vacanza. Il mio compleanno ha coinciso con l'ultimo giorno in mare. Anche se non lo abbiamo detto a nessuno a bordo, quella notte siamo tornati nella nostra cabina e abbiamo trovato una torta di compleanno ad aspettarci. Mille grazie al nostro maggiordomo, Hipolito.

Abbiamo mangiato in tutti i 20 ristoranti e punti ristoro a bordo. Il nostro preferito, come su altre navi NCL, è stato Le Bistro, il ristorante francese, con l'Ocean Blue senza dubbio al secondo posto. Ci siamo anche gustati il sushi e apprezzato il noodle bar, e la cucina a vista nel ristorante teppanyaki ben vale il prezzo di ingresso. Moderno e Cagney's sono stati fortemente pubblicizzati. Entrambi sono risultati buoni, ma nessuno dei due è riuscito veramente a raggiungere il livello delle nostre aspettative create dalla pubblicità. L'unico ristorante in cui non siamo stati è La Cucina, semplicemente non c'erano abbastanza notti per visitare ogni ristorante a bordo.

A intrattenerci c'erano tanti varietà, spettacoli su palco e animazione nei saloni. Ci è piaciuto molto il chitarrista nel salone e i pianoforti duellanti all'Howl at the Moon. Quando la band tributo Four Season si è aggiunta all'ultimo minuto, poi, è stato bellissimo. Sono saliti a bordo appena prima del nostro rientro a New York, e abbiamo adorato il loro spettacolo. L'unica cosa che è mancata nella line-up dell'intrattenimento è stata della musica classica. Su altre navi NCL ci sono piaciuti il chitarrista classico, il quartetto d'archi e la musica classica al pianoforte, e ci sarebbe piaciuto trovare un po' più di varietà nei generi musicali sulla Breakaway.

Tuttavia, ciò che più ci è piaciuto della Breakaway è stato il suo design, il modo in cui tutto a bordo sembra essere combinato armoniosamente. Su questa nave tutto fluisce meravigliosamente. Tutti i locali sembrano essere delle giuste dimensioni, sul ponte giusto, proprio dove te li aspetteresti. Muoversi in giro è davvero semplice, e per una nave con oltre 4000 passeggeri a bordo si avverte raramente la folla. L'unica volta in cui abbiamo percepito un affollamento è stato il primo giorno, quando tutti i 4000 passeggeri dovevano trovarsi sul Ponte 7 per il briefing sulla sicurezza e sull'utilizzo delle scialuppe in caso di emergenza. I corridoi, e in special modo gli ascensori, sono stati affollati per un po', ma le cose sono tornate velocemente alla normalità. Per il resto del viaggio, abbiamo raramente atteso più di un minuto per un ascensore.

L'unico commento negativo è il design delle poltrone dell'auditorium. Hanno una stecca o una barra sul retro della poltroncina, e ti fanno sentire come se fossi seduto su uno steccato. L'unico modo per stare un po' più comodi è sedersi scomposti sulla poltroncina. NCL dovrebbe seriamente prendere in considerazione la sostituzione di tutti i 800 posti a sedere nel teatro con altri più confortevoli. Adesso che abbiamo visto la Breakaway, non vediamo l'ora di navigare con le sue altre navi sorelle, la Getaway e la Escape. NCL ha veramente messo a segno un colpo da maestro con questo design, e siamo curiosi di vedere cosa può fare per innalzare ancora di più il livello della prossima generazione di navi. Complimenti, NCL!